Fattori di rischio, sintomi della disidratazione e come rimanere idratati durante l’estate


L'acqua rappresenta più della metà del peso corporeo umano. Quando perdiamo più acqua di quanto prendiamo, corriamo il rischio di disidratarci. Come possiamo capire se siamo disidratati e come può questo essere evitato al meglio?

By Allianz Care | 07 02, 2018

Allianz Care - Use subheadline here

La disidratazione si verifica quando il corpo non ha abbastanza liquidi per svolgere le proprie normali funzioni. È particolarmente pericolosa per i bambini piccoli e per gli adulti più anziani, ma chiunque può disidratarsi se non consuma abbastanza acqua.

 

Fattori di rischio per la disidratazione

A volte la disidratazione si verifica per semplici motivi: non si beve abbastanza perché si è malati o impegnati o perché non si ha a disposizione dell’acqua potabile quando si è in viaggio, in cammino o in campeggio.

Il bisogno d'acqua di ognuno è differente, e alcune persone saranno più a rischio di disidratazione rispetto ad altre, in particolare coloro che:

  • vivono in climi caldi;
  • effettuano esercizio fisico intenso;
  • lavorano o si allenano all'aperto in climi caldi;
  • hanno la febbre - maggiore è la febbre, maggiore è il rischio di disidratazione;
  • soffrono di diarrea;
  • soffrono di vomito;
  • sono incinte;
  • allattano al seno;
  • stanno cercando di perdere peso.

La disidratazione da lieve a moderata può in genere essere combattuta bevendo più liquidi, ma la disidratazione grave richiede cure mediche immediate.

 

Sintomi della disidratazione

La sete non sempre è un indicatore precoce affidabile del bisogno corporeo di acqua. Infatti molte persone, in particolare gli adulti più anziani, non si sentono assetati finché non sono già disidratati.

È molto importante che tutti riconoscano gli indicatori della disidratazione:

  • sete estrema;
  • bassi volumi di urina;
  • minzione meno frequente;
  • urina di color marrone scuro;
  • bocca asciutta;
  • sonnolenza o stanchezza;
  • sete estrema;
  • mal di testa;

Consigli per aiutarvi a rimanere idratati

Ci sono molti vantaggi nel bere una sufficiente quantità d’acqua. Per assicurarvi di consumarne abbastanza da soddisfare i vostri requisiti quotidiani per rimanere idratati, provate alcuni dei seguenti consigli:

  • aumentate l'assunzione d'acqua durante i periodi caldi o quando sei malato;
  • avere una bottiglia d'acqua con voi durante il giorno;
  • se non vi piace il gusto dell'acqua normale, provate ad aggiungere una fetta di limone o di lime alla vostra bevanda;
  • sforzatevi di idratarvi prima dell'esercizio fisico, durante l'esercizio fisico e dopo l'esercizio fisico;
  • quando vi sentite affamati, bevete acqua. La sete è spesso confusa con la fame;
  • se avete problemi a ricordarvi di bere acqua, bevete seguendo una scaletta. Ad esempio, bevete un bicchiere d'acqua all'inizio di ogni ora;
  • mentre socializzate, bevete un bicchiere d'acqua tra le bevande alcoliche.

Se siete a rischio di disidratazione, non aspettate di avvertirne i sintomi prima di prendere azioni correttive. Prevenite attivamente la disidratazione bevendo molta acqua.

Se siete preoccupati di non bere abbastanza acqua, parlate con il medico o con un dietista registrato che vi aiuterà a determinare la quantità di acqua corretta per voi.

 

L’assicurazione sanitaria internazionale di Allianz Care

Se state vivendo o lavorando all'estero e avete bisogno di un'assicurazione sanitaria internazionale, contattate Allianz Care per un preventivo.

 

Richiedete ora online un preventivo di assicurazione sanitaria internazionale individuale oppure ulteriori informazioni sull'assicurazione sanitaria internazionale di gruppo.